FINANZIARIA: D'ALEMA, POLO DICHIARA GUERRA E NASCONDE LE TRUPPE
FINANZIARIA: D'ALEMA, POLO DICHIARA GUERRA E NASCONDE LE TRUPPE

Roma, 15 dic. (Adnkronos) - ''Si sono sbagliati''. E' laconico il primo commento che Massimo D'Alema pronuncia, subito dopo il voto di fiducia concesso al governo, uscendo dall'aula di Montecitorio. Il segretario del Pds si ritrare di fronte a taccuini e registratori, dicendo che l'esecutivo ha superato solo la prima tappa e altre lo attendono. ''Finora mi sembra chiaro il manifestarsi della volonta' di chi vuole fare finta di volere far cadere il governo'', dice riferendosi alle numerose defezioni registrate nelle fila del Polo. ''Comunque sarebbe finita -aggiunge al riguardo della prima votazione- a me andava bene. Se la fiducia non fosse passata saremmo andati alle elezioni. Il governo ce l'ha fatta... Meglio cosi'. Tuttavia e' singolare cio' che avviene nel Polo: si dichiara la guerra e poi si lasciano a casa gli eserciti. E' sconcertante, questi hanno ancora l'ambizione di tornare a governare il Paese. C'e' da toccare ferro''.

(Ruf/As/Adnkronos)