RAIUNO: ''LA BIBBIA, MOSE''' (12)
RAIUNO: ''LA BIBBIA, MOSE''' (12)
LA STORIA

(Adnkronos) - Prima parte. Intorno al 1300 a.C., gli ebrei entrati in Egitto all'epoca di Giuseppe, figlio di Giacobbe, vengono trattati come schiavi dal faraone Ramses II: il loro compito quotidiano e' di fabbricare mattoni per costruire le grandi opere architettoniche volute dai regnanti egiziani. All'epoca, gli ebrei, per quanto numerosi e molto vitali, non erano un popolo unito, ma piu' che altro un insieme di clan. Per evitare uno sgradito aumento della popolazione, il Faraone ordina alle levatrici ebree di uccidere ogni figlio maschio che nasca. E proprio con un parto, comincia il film.

Per non far uccidere il suo primogenito, lochebed, della tribu' di Levi, aiutata dalla figlia Miriam, pone il neonato in una cesta di vimini e l'abbandona nel Nilo. La giovane Ptira, figlia del Faraone, lo raccogliee, salvandolo da morte certa, e decide di adottarlo, fadencolo allattare dalla madre naturale. Cosi', Mose' cresce come un principe egiziano, robusto ed istruito, pero' soffre della sua condizione: non e' un vero egiziano e, allo stesso tempo, non viene accettato neppure dai suoi fratelli ebrei che gli rinfacciano la sua liberta'. E' un giovane pieno di senso della giustizia, ma impulsivo, e quando vede che un egiziano sta per fare un torto ad un ebreo, d'istinto, lo uccide. Scoperto dai suoi stessi fratelli, e' costretto a fuggire dalla citta' reale di Ramses.

Dopo aver vagabondato nel deserto, arriva nella citta' di Madian, dove incontra la figlia del sacerdote Ietro, Zippora, che diviene sua sposa. Decide quindi di stabilirsi da quelle parti, dedicandosi alla pastorizia. Un giorno, portanto le greggi al pascolo alle pendici del monte Sinai, Mose' si sente chiamare: attraverso un roveto che arde senza consumarsi, Dio gli dice che il suo compito e' quello di liberare gli ebrei dalla schiavitu' per condurli alla Terra Promessa, secondo l'Antica Alleanza con Abramo, Isacco e Giacobbe, perche' loro sono il popolo eletto. Mose', incredulo ed impaurito, chiede perche' sia stato scelto proprio lui, uomo impacciato nel comandare. Dio gli risponde che restera' sempre al suo fianco e gli dara' ogni aiuto necessario a convincere gli ebrei e a imporre al Faraone la sua volonta'. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)