RAIUNO: ''LA BIBBIA, MOSE''' (15)
RAIUNO: ''LA BIBBIA, MOSE''' (15)

(Adnkronos) - Ma il Signore non ha abbandonato gli ebrei e, sul Sinai, Mose' trova i Comandamenti scritti nella roccia e puo' tornare indietro soddisfatto, mostrandoli a tutti. Subito fa costruire un santuario per riporre le nuove tavole della Testimonianza. Purtroppo le sofferenze del popolo di Israele in viaggio verso la Terra Promessa sembrano non avere fine: Aronne e Miriam si lamentano con il fratello e la donna viene punita duramente da Dio, che la colpisce con la lebbra.

Finalmente, in lontananza, si riesce a scorgere la terra, verde e florida, che il Signore ha promesso ai padri. Mose' incarica Giosue' di andare ad esplorarla con dodici uomini, uno per ogni tribu'. Al ritorno, Palti, Korah, Nahbi, e altri, dicono che sarebbe meglio tornare in Egitto piuttosto che morire cercando di occupare la terra di Canaan, abitata da uomini forti e armati. Allora, la folla, come impazzita, grida contro Mose' e chiede un nuovo capo: in quel momento la terra e' scossa da un terremoto, poiche' per ben dieci volte il popolo di Israele ha ignorato i comandi del Signore e lo ha sfidato. Tutti gli uomin che si sono ribellati, dai venti anni in su', moriranno nel deserto dopo un vagabondaggio di quaranta anni. Quando cadra' l'ultimo di questi, sar' arrivato il giorno di entrare nella Terra Promessa. In questo lasso di tempo i superstiti continuernano ad aspettare, accampandosi nel deserto. (segue)

(Com/Zn/Adnkronos)