SPETTACOLI: GLI ITALIANI SPENDONO DI MENO NEL PRIMO SEMESTRE '95 (2)
SPETTACOLI: GLI ITALIANI SPENDONO DI MENO NEL PRIMO SEMESTRE '95 (2)

(Adnkronos) - A registrare un miglioramento della frequenza del pubblico, il complesso delle attivita' teatrali e musicali: prosa, rivista, commedia musicale, lirica e balletti, concerti di musica classica e leggera, ecc. Ad un calo dell'offerta di teatro e musica (dalle 68.360 manifestazioni nel primo semestre '94, alle 68.240 del primo semestre '95, fa riscontro, invece, un incremento della domanda (oltre 16,1 milioni di spettatori). Gli incassi dei botteghini, saliti da oltre 301 a circa 328,1 miliardi, denunciano una crescita del 9 per cento in valori monetari, cioe' il doppio del tasso inflazionistico registrato nei periodi considerati.

Il teatro di prosa, assieme agli spettacoli di rivista e commedia musicale, ha continuato a mostrare un bilancio soddisfacente, con un aumento sia dell'offerta (da circa 44.800 a oltre 44.900 rappresentazioni, +0,3 per cento), che della domanda (piu' di 9,2 miliardi di biglietti staccati, +6,8 per cento). La spesa del pubblico e' passata a 166,4 miliardi, registrando un aumento del 10,5 per cento in valori monetari, per effetto della lievitazione dei prezzi di ingresso, che si aggirano mediamente intorno alle 18.000 lire (+3,5 per cento).

Risultati meno apprezzabili, rispetto all'anno scorso, per teatro lirico e balletti. In diminuzione, infatti, sia le rappresentazioni, scese a 2.600 (-4 per cento), sia le presenze (gli spettatori sono stati poco piu' di 1,2 milioni, -7,7 per cento). Gli incassi ammontano a quasi 53,4 miliardi, riducendosi nei confronti dello stesso periodo dell'anno scorso. (segue)

(Rgg/As/Adnkronos)