ANTITRUST: BOCCIATE INTESE SUI TUBI SALDATI
ANTITRUST: BOCCIATE INTESE SUI TUBI SALDATI

Roma, 27 dic. -(Adnkronos)- L'Antitrust boccia le intese tra Ilva Lamiere e Tubi, Tubi Dalmine Ilva in liquidazione, Arvedi Tubi Acciaio e General Sider Italiana e commina a queste tre ultime societa' una multa per un importo complessivo di poco superiore ai 500 milioni di lire. La decisione e' stata assunta dall'Autorita' Garante della Concorrenza e del Mercato al termine dell'istruttoria aperta nel giugno scorso, dalla quale e' emerso che gli accordi tra queste aziende sono restrittive della liberta' di concorrenza.

Dal lavoro istruttorio, riferisce una nota dell'Antitrust, e' risultato che i principali produttori italiani di tubi in acciaio saldati per condotte hanno intrattenuto ''rapporti abitudinari finalizzati alla fissazione delle rispettive quote di produzione e al coordinamento delle rispettive politiche commerciali con particolare riferimento alle politiche di prezzo''. In particolare, ''l'autorita' ha accertato che i comportamenti contestati sono stati realizzati in modo istituzionalizzato attraverso il ricorso a riunioni organizzate in sede Federacciai, nel corso delle quali venivano determinate le quote di mercato delle imprese partecipanti, si discuteva dei listini, delle percentuali di sconto da applicare alla clientela e di altre condizioni di offerta dei prodotti''.

Per l'Antitrust, ''queste intese hanno falsato in maniera consistente il gioco della concorrenza sul mercato nazionale rilevante, in virtu' del fatto che le imprese aderenti alle suddette intese detengono complessivamente una quota superiore al 70 per cento del mercato stesso''.

La sanzione pecuniaria non riguarda l'Ilva Lamiere e Tubi dal momento che ''pur in presenza di elementi tali da far ritenere la sua partecipazione alle intese in questione, non sussiste il requisito dalla durata dell'infrazione''.

(Red/Pn/Adnkronos)