STET: DELL'AFFARE RUSSO SI E' DISCUSSO IN CDA IRI
STET: DELL'AFFARE RUSSO SI E' DISCUSSO IN CDA IRI

Roma 27 dic. (Adnkronos)- Le difficolta' nella trattativa tra la Stet e il Governo russo per l'acquisizione del 25 p.c della Svyazinvest sono state -secondo quanto apprende l'Adnkronos- al centro dell'audizione dei vertici della finanziaria al cda dell'Iri svoltosi lo scorso giovedi' 21 dicembre.

Una audizione ''insolita'' cui hanno partecipato, tra l'altro, il presidente, Biagio Agnes e l'amministratore delegato della Stet, Ernesto Pascale, reduce dal viaggio in Russia e dal colloquio del 19 dicembre con il vicepremier con delega alle privatizzazioni, Anatoli Chubais. Al cda Iri Pascale aveva esposto le basi dell'accordo considerato un ''buon affare'', assicurato che ''non aveva paura di un cambio di guardia e della vittoria dei comunisti'' ma soprattutto aveva parlato della volonta' dei russi di chiudere ''a tamburo battente'' nonche' della richiesta di collocare da subito, su una banca russa i 640 milioni di dollari nonche' una grossa quota di quei 770 milioni di dollari destinati agli investimenti futuri.

Una richiesta questa cui il consiglio, nel chiedere chiarezza sugli ormai famosi cinque punti considerati essenziali per chiudere, aveva risposto affermativamente precisando pero' che doveva trattarsi di una banca straniera e non russa.

(Lil/Pe/Adnkronos)