TASSI: LEHMAN BROTHERS, A META' '96 LA SORPRESA
TASSI: LEHMAN BROTHERS, A META' '96 LA SORPRESA

Roma, 27 dic. -(Adnkronos)- La calma durera' fino a primavera del 1996 sul mercato dei tassi: a partire da quel momento, sostiene la Lehman Brothers, ogni mese sara' buono per vedere la Bundesbank intervenire con nuovi rialzi che le altre Banche Centrali Europee non potranno non seguire.

Secondo il centro studi della banca d'affari, l'attuale fase di ammorbidimento della politica monetaria tedesca non potra' durare oltre il primo trimestre dell'anno prossimo. ''Rimaniamo dell'avviso che ci sara' una svolta ciclica nella politica monetaria della Bundesbank, anche se la lentezza del riequilibrio sui cambi e la caduta della fiducia nelle prospettive economiche, ci inducono aspettare che cio' avverra' non prima del terzo trimestre''.

Il ragionamento degli economisti di Lehamn e' basato sull'analisi dell'andamento dei tassi reali a breve termine. ''Le ultime riduzioni porteranno i tassi nominali a breve al 3,5 per cento che, scontando il tasso d'inflazione, si traducono in tassi reali del 2 per cento. Questo, oltre a non aver precedenti, e' un tasso al di sotto delle medie storiche che indicano come i tassi reali a breve non sono mai scesi sotto il 2 per cento''. (segue)

(Maz/Pn/Adnkronos)