GOVERNO: BASSANINI, NON DICIAMO NO PREGIUDIZIALE A BERLUSCONI
GOVERNO: BASSANINI, NON DICIAMO NO PREGIUDIZIALE A BERLUSCONI

Roma, 27 dic. (Adnkronos) - Quale atteggiamento tenere verso le 'consultazioni' di Silvio Berlusconi e il suo lavoro per il governo di larghe intese? Il Pds definira' la propria posizione nel corso di una segreteria che potrebbe essere fissata per il prossimo venerdi'. L'orientamento di Botteghe Oscure, comunque, secondo quanto ha dichiarato Franco Bassanini, non e' ''per un 'no' pregiudiziale di fronte ad una verifica che, naturalmente, deve riguardare le riforme istituzionali e contare su una larga intesa''.

''Riteniamo che si debba essere rigorosi - avverte tuttavia Bassanini - perche' molti hanno scoperto le riforme per non andare alle elezioni. Il peggio sarebbe non fare ne' riforme, ne' elezioni. Siamo disponibili ad un confronto purche' sia largo e rigoroso: se ci sara', bene. Altrimenti andiamo alle elezioni in tempi ragionevolmente brevi, compatibilmente con la Presidenza italiana del semestre UE. Cio' consentirebbe a Dini un prolungamento di tre mesi, per poi sciogliere le Camere''. Per Bassanini, questo lasso di tempo potrebbe servire anche per ''chiudere alcune questioni rimaste aperte''.

Nel far notare che i tentativi per realizzare le riforme sono arrivati ''proprio in estremis'', l'esponente del Pds, riferendosi alla nascita di una Commissione per le riforme, rileva che ''questo puo' essere un modo per accelerare e rendere compatti i lavori parlamentari''. ''Il percorso indicato da Berlusconi mi sembra di difficile attuazione - aggiunge - ma vedremo...Se dovesse fallire non rimarrebbe che l'ipotesi delle elezioni a maggio. Interessante, comunque, il dibattito interno al Polo perche' si apre una dialettica tra posizioni diverse. A noi interessa chi parla davvero di riforme''.

(Gug/Pe/Adnkronos)