I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Grozny. E' di tre morti e otto feriti il bilancio degli scontri avvenuti la notte scorsa in varie zone della Cecenia tra forze russe e separatisti. Numerosi gli attacchi subiti dalle postazioni russe, soprattutto nella capitale Grozny. Intanto, sono stati rinviati a mercoledi' i negoziati per la liberazione dei 17 poliziotti russi catturati a Pervomaiskaia dagli uomini di Raduev. Ad ostacolare i colloqui e' il fatto che, in cambio del rilascio degli ostaggi, i ceceni chiedono la liberazione dei combattenti catturati a Pervomaiskaia, scambio che i russi non accettano.

Johannesburg. Otto persone sono state uccise e venti ferite all'alba di stamane in Sudafrica, quando un gruppo di sconosciuti ha aperto il fuoco contro una coda di disoccupati, tutti uomini, in cerca di lavoro presso una fabbrica vicino Johannesburg. Secondo quanto ha riferito la polizia, gli assalitori erano armati con mitragliatori Ak-47 e hanno cominciato a sparare all'impazzata sui disoccupati. L'attacco e' avvenuto verso le tre del mattino nella zona industriale di Alrode, ai confini con le township di Thokoza e Katlehong, teatro di violenze fra gruppi politici di neri alla vigilia delle elezioni del 1994. Per il momento si ignora il motivo dell'attacco.

Belgrado. Il governo di Skopje sara' il primo, fra quelli delle ex repubbliche jugoslave, ad avere relazioni diplomatiche con Belgrado. La normalizzazione dei rapporti con la Macedonia e' stata annunciata dal governo della Federazione jugoslava (Serbia-Montenegro) che ha predisposto una bozza di accordo. Belgrado non ha ancora riconosciuto le ex repubbliche ''sorelle'' ora indipendenti: Slovenia, Croazia e Bosnia.

Tokio. Una condanna a dieci anni di reclusione e' stata chiesta dall'accusa alla corte del distretto di Naha, ad Okinawa, per i tre soldati americani accusati di aver violentato una giapponese di 12 anni. Il marinaio Marcus Gill di 23 anni e i soldati Rodrico Harp di 21 e Kendrick Ledet di 20, avrebbero assalito e rapito la ragazzina in un'area residenziale di Naha nella notte del 4 settembre dello scorso anno. Nell'udienza precedente Ledet e Harp avevano dichiarato di essere stati costretti da Gill a partecipare al rapimento, affermando di non aver mai violentato la 12enne. Fonti del tribunale di Naha hanno riferito che il verdetto finale sara' emesso il mese prossimo. (segue)

(Sin/As/Adnkronos)