CONSULTAZIONI: PROGRESSISTI RIPROPONGONO INCARICO A DINI
CONSULTAZIONI: PROGRESSISTI RIPROPONGONO INCARICO A DINI
CAUTELA PER POSSIBILE ACCORDO

Roma, 31 gen. (Adnkronos) - I Progressisti hanno ribadito al capo dello Stato la indicazione di affidare un incarico a Lamberto Dini per verificare se esiste la possibilita' di una intesa sulle riforme istituzionali tra i due Poli. E' quanto hanno riferito ai giornalisti al termine del loro colloquio con il presidente della Repubblica i presidenti dei gruppi Progressisti alla Camera e al Senato, Luigi Berlinguer e Cesare Salvi.

''Giunti a questo punto -ha detto Berlinguer- e' indispensabile accertare molto rapidamente se esiste la possibilita' di raggiungere una seria intesa sia sulle riforme istituzionali che su un governo in grado di dare lavoro e di affrontare i gravi problemi del Paese. In caso contrario non esiste altra strada che il ricorso alle urne''.

Secondo Berlinguer, inoltre ''gia' troppo tempo e' trascorso per responsabilita' del Polo di centro destra che ha chiesto continui rinvii''. Alla domanda sul nome al quale affidare un incarico, Berlinguer ha risposto: ''abbiamo ribadito al presidente della Repubblica che non esiste ragione alcuna per non affidare l'incarico al dottor Dini''. La vostra indicazione e' stata secca nei confronti di Dini? ''Su questo -ha risposto Berlinguer- abbiamo manifestato la nostra posizione al capo dello Stato, ma preferiamo mantenere un doveroso riserbo''. (segue)

(Rao-Fer/Pe/Adnkronos)