CRISI: CCD-CDU, ACCORDO IN VISTA MA FERMIAMO I 'GUASTATORI' (2)
CRISI: CCD-CDU, ACCORDO IN VISTA MA FERMIAMO I 'GUASTATORI' (2)
POSSIBILE MODELLO FRANCESE FEDERALISTA E PIU' EQULIBRATO

(Adnkronos) - Buttiglione ricorda che quanto viene richiesto alle forze politiche per dare il via libera al governo, ''non e' un accordo di dettaglio sul quale lavorera' il Parlemento in assoluta sovranita''', ma invece ''un'intesa su un modello''. Ovvero ''il sistema francese opportunamente integrato con le modifiche e l'eliminazione di cio' che in Francia non va'', a partire da un maggiore equilibrio di poteri fra Presidente e Parlamento.

La strada che Buttiglione indica come ''terreno comune'' e' quella dell' innesto sul modello francese di una forma Stato federalista e della modifica della forma di governo, attraverso il mantenimento della parte prima della Costituzione e la sostituzione della parte seconda (per cio' che riguarda 'poteri speciali' del Capo dello Stato e rapporti con il Premier).

La riunione odierna dei vertici Ccd e Cdu e' servita a preparare l'incontro di oggi con Scalfaro del Centro Cristiano Democratico in programma alle 17. Casini conferma l'indicazione per ''un incarico al piu' tardi venerdi''' affidato ''ad un mediatore istituzionale''. Incarico per il quale il Ccd sembra orientato a preferire il nome di Giuliano Amato, pur non avendo pregiudiziali su Ciampi e Scognamiglio. E fino alla fine delle consultazioni, il segretario del Ccd fa sapere che ''non ci sara' alcun vertice del Polo''.

(Tor/Zn/Adnkronos)