VIOLENZA SESSUALE: GIOVANARDI (CCD), CADE OSTRUZIONISMO
VIOLENZA SESSUALE: GIOVANARDI (CCD), CADE OSTRUZIONISMO
ECCO L'EMENDAMENTO SU CUI E' STATA TROVATA LA MEDIAZIONE

Roma, 31 gen. (Adnkronos) - Il Ccd non fara' piu' ostruzionismo sulla legge sulla violenza sessuale, permettendo che essa ritorni all'esame dell'Aula della Camera. A sbloccare l'iter della normativa, l'emendamento all'art. 5 presentato dal relatore e firmato da tutte le forze politiche, tranne il Ccd. Emendamento che recita: ''Non e' punibile il minorenne che compie atti sessuali consensuali con un minorenne che abbia compiuto gli anni 13, quando la differenza di eta' tra i soggetti non supera i tre anni''. L'emendamento e' firmato, tra gli altri, da Rosy Bindi, Rosa Russo Jervolino, Anna Finocchiaro Fidelbo, Alberta De Simone, Tina Lagostena Basi, Luigi Berlinguer, Vincenzo Nespoli, Piergiorgio Martinelli, Angela Napoli, Stefania Prestigiacomo.

''Abbiamo appena terminato la riunione del Gruppo -spiega il presidente dei deputati del Ccd Carlo Giovanardi- e abbiamo preso atto della presentazione dell'emendamento. A questo punto, domani, nel corso della conferenza dei capigruppo, daro' il consenso affinche' la legge possa andare in Aula dalla prossima settimana. Naturalmente, in Aula noi sosterremo il nostro emendamento, che fissa l'eta' a 14 anni, ma chiaramente non ci opporremo alla discussione e all'approvazione della legge''.

''Noi -aggiuge Giovanardi- riteniamo che sia molto meglio riconfermare il limite dei 14 anni e faremo la battaglia non ostruzionistica. Pero' e' chiaro che, di fronte ad un emendamento firmato da tutti i gruppi, che rappresenta un passo avanti, perche' pone i limiti a 13 anni e tre anni, noi consentiremo di andare in Aula''.

(Rgg/As/Adnkronos)