FIRENZE: SARA' PROCESSATA NOBILDONNA CHE UCCISE IL FIGLIO
FIRENZE: SARA' PROCESSATA NOBILDONNA CHE UCCISE IL FIGLIO

Firenze, 20 feb. (Adnkronos) - Sara' processata il prossimo 7 maggio dalla Corte d'Assise di Firenze, Alessandra Bresciani Torri, la nobildonna fiorentina che nella notte tra il 28 e il 29 giugno scorsi, in preda a una crisi depressiva, uccise il figlio di cinque anni, Ludovico D'Afflitto. La donna strangolo' il piccolo prima con una calza di nylon e poi lo colpi' piu' volte con un coltello da cucina. Poi tento' prima il suicidio, tagliandosi le vene di un polso, poi veglio' il figlio per tutta la notte prima di decidersi a telefonare ad una cognata per raccontarle confusamente quanto era accaduto.

La decisione e' stata presa questa mattina dal Gip Valerio Lombardo che ha accusato Alessandra Bresciani Torri, detta Ciotti, 48 anni, appartenente ad una nobile famiglia bresciana e moglie di un noto gallerista fiorentino, Camillo D'Afflitto, di omicidio volontario aggravato.

Il magistrato non ha accolto la richiesta di giudizio abbreviato avanzato dal difensore e ha deciso per il rinvio a giudizio della donna soprattutto perche' restano molte incertezze sulle sue condizioni psichiche al momento del delitto. I periti, in particolare non sono riusciti a chiarire se la forte dose di psicofarmaci e l'alcol di cui furono trovate tracce nel sangue della donna, fossero stati assunti prima o dopo l'uccisione di Ludovico, anche se hanno ritenuto l'imputata in grado di seguire un eventuale processo. (segue)

(Afi/As/Adnkronos)