MANI PULITE: JELO, AUMENTATO IL TARIFFARIO DELLE TANGENTI (2)
MANI PULITE: JELO, AUMENTATO IL TARIFFARIO DELLE TANGENTI (2)

(Adnkronos)- ''Dopo la prima ventata in cui tutti sembravano contrapporsi al fenomeno della corruzione ora sempre piu' -he rilevato Jelo- si sente dire nei vari ambienti che forse era meglio prima. Tutto sommato con la corruzione il sistema funzionava''. Una realta' che il Pm di mani pulite dice di non condividere e che attacca a fondo: ''In quei settori dove si verifica la corruzione, dove cioe' l'impresa si misura con la pubblica amministrazione -ha detto- il primo fenomeno che si registra e' l'eliminazione della concorrenza. Si crea un mercato protetto senza alcun rischio d'impresa. La corruzione -ha aggiunto- avviene a suon di tangenti e vince l'impresa che ha piu' disponibilita' a pagare tangenti. Da quel settore quindi si allontanano quelle imprese che, anziche' investire in tangenti, preferiscono investire in innovazione. In tutto quei settori dove c'e' corruzione -ha poi detto Jelo- la qualita' del prodotto si abbassa. Perche' le imprese si impegnano a rincorrersi, non sulla qualita', ma sulle tangenti. Domanda e offerta di corruzione si alimentano a vicenda. Un meccanismo che ha portato al raddoppio del prezzo degli appalti''.

Soffermandosi poi sul rappotto tra corruzione e pubblica amministrazione, Jelo ha detto che esso si traduce in una lesione seria dei diritti. ''Perche' -ha spiegato- non esiste la possibilita' che la tangente sia a carico del privato. E' dimostrato invece che la tangente e' sempre stata a carico del bilancio pubblico. E una prova ne e' il fatto che oggi gli appalti per i pubblici lavori costano la meta' rispetto a due o tre anni fa''. (segue)

(Ric/As/Adnkronos)