MANI PULITE: PECORARO SCANIO PER CONFISCA BENI
MANI PULITE: PECORARO SCANIO PER CONFISCA BENI

Roma, 20 feb. -(Adnkronos)- Sui beni accumulati dai protagonisti di tangentopoli, in particolare dopo la notizia della 'assoluta indigenza' di Mario Chiesa, interviene il deputato Verde Progressista Alfonso Pecoraro Scanio con due distinte interrogazioni. Al ministro di Grazia e Giustizia chiede che ''il governo, tra i provvedimenti urgenti da adottare, inserisca quello per la confisca dei beni dei responsabili di tangentopoli, perche', di fronte al paradosso di un Mario Chiesa nullatenente, vi sia almeno un decreto legge che faciliti la confisca o almeno il sequestro cautelare dei beni illecitamente accumulati''.

Al ministro delle Finanze il deputato Verde chiede che ''la Guardia di Finanza sia utilizzata per predisporre la necessaria vigilanza sui patrimoni degli indagati per corruzione, al fine di evitare che questi, nelle more dei processi, si rendano nullatenenti''.

''Il governo -ha dichiarato Pecoraro Scanio- deve dirci quale sia l'attuale patrimonio di Craxi, De Lorenzo, Pomicino e degli altri importanti esponenti politici coinvolti nelle inchieste di tangentopoli: non si correra' il rischio -conclude- di trovare domani Poggiolini e consorte in totale indigenza?''.

(Com/Pn/Adnkronos)