AUSTRIA: POLEMICA SULL'ANONIMATO BANCARIO
AUSTRIA: POLEMICA SULL'ANONIMATO BANCARIO

Vienna, 26 feb. (Adnkronos) - L'anonimato bancario come categoria della storia: e' questa, in sintesi, la linea di difesa elaborata dal governo e dalle banche austriache per opporsi alle richieste sempre piu' pressanti di Bruxelles intese a ottenere appunto l'abolizione dei libretti di risparmio anonimi.

Domenica sera le due posizioni si sono scontrate a distanza dagli schermi della tv: da un lato Heinz Zourek, vicedirettore generale della Commissione europea, che ha ribadito la necessita' di un rapido adeguamento austriaco alle euro-direttive in materia di riciclaggio, con conseguente eliminazione dell'anonimato per i libretti di risparmio. Tanto piu', ha detto Zourek, che nel corso dei negoziati con l'Ue Austria non ha mai posto quale condizione all'adesione la concessione di un periodo di transizione ne' chiesto una deroga in materia di anonimato bancario.

Il ministro dell'economia austriaco Johannes Ditz, invece, ha sottolineato come l'anominato ''fa parte della cultura del risparmio'' e ha definito ''irresponsabile'' l'insistenza con cui Bruxelles ''strombetta ai quattro venti l'incompatibilita' tra anonimato e direttive comunitarie''. (segue)

(nsp/Gs/Adnkronos)