P.A.: TUTTI DIRIGENTI I FUNZIONARI MIN. SANITA' (2)
P.A.: TUTTI DIRIGENTI I FUNZIONARI MIN. SANITA' (2)

(Adnkronos) - Gia' in precedenza la Corte dei Conti aveva respinto il decreto. Con deliberazione n. 151 del '94, aveva bocciato il primo dpcm sul tema, rilevando aspetti di illegittimita' nella equiparazione ''unitaria e indifferenziata'' dei funzionari al corrispondente personale del servizio sanitario nazionale appartente al primo livello dirigenziale, il decimo. Secondo la Corte, il decreto andava riformulato. I funzionari interessati, in un promemoria, ribattevano sostenendo tra l'altro che non c'erano pericoli di ''emulazione'' da parte di altro personale dell'amministrazione, perche' la promozione era ''una precisa scelta del legislatore'', ed era dovuta ad una sostanziale ''superiorita''' dei medici funzionari, in possesso (a differenza dei funzionari ''normali'') di specializzazione.

Il nuovo dpcm del dicembre scorso e' stato cosi' il regalo piu' atteso per una categoria (funzionari di settimo, ottavo e nono livello) che stava lottando da anni per ottenere lo ''scatto'' in avanti, sull'esempio di quanto fatto per i medici delle Usl, che avevano ricevuto la qualifica nel '92, con il decreto legislativo n. 502. Una modifica di quel decreto, il decreto legislativo 517 del 7 dicembre 1993, prevedeva che con Dpcm, su proposta del ministro della Sanita' venissero ''estese nell'ambito della contrattazione, al personale dipendente del ministero della Sanita' attualmente inquadrato nei profili professionali di medico chirurgo, medico veterinario, chimico, farmacista, biologo e psicologo, le norme del d.l. 30 dicembre 1992, n. 502, in quanto applicabili''. E, non troppo puntuale, visto che l'iter e' stato ''sofferto'', e' arrivato il 13 dicembre 95, il Dpcm proposto dal ministro Guzzanti e firmato da Dini. (segue)

(Pab/Gs/Adnkronos)