REDDITI: I BANCHIERI, SEMPRE I PIU' RICCHI
REDDITI: I BANCHIERI, SEMPRE I PIU' RICCHI
CAPALDO IN TESTA

Roma, 26 feb. (Adnkronos)- I banchieri in testa e, fra di essi, Lamberto Dini: ecco la classifica degli uomini piu' ricchi d'Italia, in base alla dichiarazione dei redditi presentata nel 1993 sui redditi percepiti nel '92. Il piu' ricco si conferma Pellegrino Capaldo, all'epoca presidente della Banca di Roma, con quasi 3 miliardi: esattamente, 2 miliardi e 983 milioni, di cui soltanto 54 da lavoro dipendente ed il resto, ben 2 miliardi e 912 milioni, come lavoro autonomo.

L'elenco degli uomini, dipendenti di enti pubblici, piu' ricchi d'Italia e' costellato da banchieri: c'e' Cesare Geronzi, all'epoca direttore generale della Banca di Roma, con 922 milioni di reddito dichiarato, c'e' Sandro Molinari che, da direttore generale della cariplo, guadagnava 816 milioni. Giampiero Cantoni, ancora presidente Bnl, presentava un ''740'' ricco di 849 milioni. E cosi' via fino a Vincenzo Pennarola, all'epoca direttore generale del Monte dei Paschi, che guadagnava 377 milioni.

E a via Nazionale? Sicuramente, il numero due, Lamberto Dini, guadagnava piu' del Governatore Carlo Azeglio Ciampi: 824 milioni contro ''soli'' 432. Anche il presidente dell'Iri, Romano Prodi, vantava un 740 di tutto rispetto, con 442 milioni dichiarati, di cui 61 da lavoro dipendente e 374 da lavoro autonomo.

(Kat-Pab/Zn/Adnkronos)