BEIRUT: RIAPRE IL MITICO HOTEL COMMODORE
BEIRUT: RIAPRE IL MITICO HOTEL COMMODORE

Beirut, 28 feb (Adnkronos/Dpa)- Nove anni dopo la sua chiusura, riapre completamente rinnovato il ''mitico'' hotel Commodore, l'albergo di Beirut che ospito' i giornalisti che per 16 anni raccontarono al mondo la piu' cruenta guerra civile del Medio Oriente. Posizionato lungo ''Hamra street'', nel corso degli scontri, che videro impegnate minoranze etniche e religiose, eserciti regolari e non, il Commodore subi' danni molto gravi, tanto da renderne necessaria, nel 1987, la chiusura. Il nuovo complesso, di proprieta' della famiglia siriana Boubes, si presenta oggi completamente rinnovato e, con le sue 190 stanze e 22 suite, notevolmente ampliato. Il vecchio ''English bar'', dove i reporter di tutte le nazionalita' si ritrovavano per discutere dei piu' recenti bagni di sangue, e' stato ristrutturato in modo da ricordare l'antico retaggio giornalistico. La decisione di dare una nuova veste al Commodore, ha chiarito Tarek Boubes, uno dei proprietari, nasce dalla nuova atmosfera economica del Libano, ormai pronto a recepire investimenti stranieri, soprattutto quelli nei settori alberghieri e turistici. Secondo i quotidiano locali, la ristrutturazione dell'albergo e' costata alla famiglia siriana non meno di venti milioni di dollari, 32 miliardi di lire.

Famoso come e piu' dell'''Europa'' di Belfast e del ''Caravelle'' di Saigon, il Commodore era in particolare celebre per ''Minus Coco'', il pappagallo africano che accoglieva i nuovi ospiti imitando perfettamente lo scancio aereo di bombe e che, durante i cessate il fuoco, intonava la melodia della Quinta sinfonia di Beethoven. Coco vennne ''rapito'' nel 1986, quando il Commodore rappresentava il campo di battaglia degli scontri tra sciiti e drusi. Ora pero' la famiglia Boubes e' intezionata a farne rivivere il mito.

(Neb/Pe/Adnkronos)