BIBLIOTECHE DEL FUTURO: SARANNO GLOBALI E VIRTUALI
BIBLIOTECHE DEL FUTURO: SARANNO GLOBALI E VIRTUALI

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - Una biblioteca virtuale e globale, che raccoglie milioni di testi e informazioni bibliografiche cui si possa avere facile ed economico accesso da ogni singolo personal computer del pianeta. Questo e' il futuro immediato per le biblioteche di questo fine millennio, dove la gestione informatica dei cataloghi e la loro immissione in Internet e' ormai una realta' quotidiana e si moltiplicano i programmi e progetti di digitalizzazioni di intere collezioni, di volumi pregiati e manoscritti.

Della biblioteca virtuale si e' parlato oggi all'Usis durante un collegamento via satellite con Robert Zich, direttore dei programmi elettronici della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti e Patricia Wand, bibliotecaria e docente dell'American University di Washington che hanno risposto alle domande di addetti italiani del settore. ''E' in corso una rivoluzione nel concetto di fruzione del libro, non piu' oggetto da possedere, ma di cui avere accesso, anche solo eletronico'' ha spiegato Zich, che e' a capo del ''Digital library program'', per la versione multimediale di tutte le collezioni della biblioteca del Congresso. Molta letteratura soprattutto scientifica viene infatti ormai prodotta direttamente in rete e puo' essere consultata direttamente su Internet, aumentando le possibilita' di accesso e diminuendo le difficolta' di reperimento e i costi. ''I libri pero' continueranno ad esistere'' ha sottolineato la Wand, che ha ricordato come l'informatizzazione dei servizi bibliotecari tradizionali aiuti ad ottimizzare e globalizzare la consultazione dei libri cartacei. L'intero catalogo della Biblioteca del Congresso, come quello di molte altre biblioteche universitarie americane, e' infatti a disposizione dei ''cyberbibliofili' di tutto il mondo.

(Red/Pe/Adnkronos)