EUROPA-ASIA: IL GIAPPONE SI PROPONE COME MEDIATORE
EUROPA-ASIA: IL GIAPPONE SI PROPONE COME MEDIATORE

Tokio, 28 feb. (Adnkronos/Dpa) - Forte della lunga esperienza accumulata nelle relazioni commerciali con l'Europa, il Giappone potrebbe svolgere opera di mediatore tra le nazioni asiatiche e gli europei al prossimo vertice Europa-Asia a Bangkok. Ad affermarlo e' stato oggi nella capitale nipponica Hiroshi Hashimoto, portavoce del ministero degli Esteri di Tokio, per il quale il Giappone ''e' molto avanti rispetto alle altre nazioni asiatiche quanto a profondita' di dialogo e vicinanza nella cooperazione con l'Europa''.

Il Giappone - ha poi reso noto il portavoce - ha indicato in un'intensificazione delle relazioni commerciali e degli investimenti, oltre che nella cooperazione volta a promuovere l'economia dei Paesi in via di sviluppo le priorita' che il Giappone intende porre al vertice che il primo e due marzo prossimi riunira' a Bangkok i leader dei 15 Paesi membri dell'Unione Europea e di dieci Paesi asiatici. Ma Tokio conta anche su un ruolo piu' attivo da parte europea all'interno della Kedo, organizzazione per lo sviluppo energetico coreano, e per il bando sui test nucleari.

Nel 1995, il volume delle esportazioni giapponesi verso la regione asiatica ha raggiunto il valore di 192 miliardi di dollari, piu' della somma di quello verso gli Stati Uniti, pari a 121 miliardi e l'Unione Europea, 70 miliardi. Le importazioni giapponesi dall'Asia tra cui prodotti di imprese giapponesi con sede in altri Stati asiatici, hanno raggiunto l'anno scorso il valore di 121 miliardi di dollari, contro i 75 miliardi delle importazioni dagli Stati Uniti ed i 49 miliardi dall'Europa.

(Cin/As/Adnkronos)