IRAN-ITALIA: ANNULLATA VISITA DI VAEZI (2)
IRAN-ITALIA: ANNULLATA VISITA DI VAEZI (2)

(Adnkronos)- L'annullamento-rinvio e' stato accolto con prevedibile ''soddisfazione'' dai rappresentanti a Roma del Consiglio nazionale della resistenza iraniana (Cnri), coalizione dell'opposizione antikhomeinista che ha colto l'occasione per stigmatizzare la ''dittatura religiosa terroristica dei mullah'', rilevando che ''i viaggi dei terroristi-diplomatici del regime constrastano con i principi di rispetto dei diritti umani e gli interessi del popolo iraniano''. Il Cnri rileva che la visita di Vaezi sarebbe stata tanto piu' grave in quanto prossima alla ricorrenza del terzo anniversario dell'assassinio il 16 marzo 1993 del suo rappresentante a Roma, Mohammed Hussein Naghdi.

Vaezi segue da sempre il caso Rushdie per la diplomazia iraniana e l'anno scorso fu promotore di un'intesa con l'Ue saltata all'ultimo minuto a Parigi a causa degli ostacoli opposti dalla Gran Bretagna, la cui opposizione ad ogni normalizzazione dei rapporti con l'Iran frustra i tentativi della Germania di far fruttare appieno la sua politica del ''dialogo critico'' con l'Iran. L'obiettivo dell'Ue e' quello di arrivare ad una dichiarazione ufficiale di Teheran che prenda le distanze dalla ''fatwa'' khomeinista, la quale non puo' pero' essere revocata sia a causa del decesso del suo autore che dell'assenza in Iran di ayatollah dai titoli e dal prestigio teologico sufficienti a ribaltare un editto del fondatore della Repubblica islamica. Ma, anche se a Teheran preme controbilanciare l'embargo unilaterale degli Stati Uniti, si dovranno prima attendere il risultato delle elezioni parlamentari iraniane del prossimo 8 marzo ed i suoi effetti sulla tenuta del campo moderato guidato dal presidente Hascemi Rafsanjani.

(Lun/Gs/Adnkronos)