ULSTER: NUOVA INIZIATIVA ANGLO-IRLANDESE (3)
ULSTER: NUOVA INIZIATIVA ANGLO-IRLANDESE (3)

(Adnkronos)- Tuttavia, neanche il campo repubblicano puo' cantare vittoria su tutto il fronte. La prospettiva delle elezioni non piace all'Ira, dato che il ''Sinn Fein'' puo' contare sul sostegno del cinque per cento dei nordirlandesi. Ma e' una pillola che i terroristi repubblicani non possono rifiutarsi di ingoiare se indorata dalla data per l'avvio dei colloqui di pace, un negoziato che vedrebbe protagonisti il partito di Adams e il Partito socialdemocratico laburista (Sdlp) di John Hume da parte cattolica e i partiti unionisti da parte protestante.

E sono infatti immediatamente sorte difficolta' sulle modalita' di elezione dell'Assemblea per la pace che dovrebbe designare i delegati ai colloqui: il reverendo protestante Ian Paisley, leader del Partito unionista democratico (Dup), e il cattolico Hume vorrebbero elezioni secondo il sistema proporzionale con un collegio unico per tutto l'Ulster, mentre David Trimble, leader del Partito unionista dell'Ulster (Uup), la principale formazione protestante nordirlandese, vuole che le elezioni si tengano secondo l'attuale sistema maggioritario, con 17 collegi uninominali nelle sei contee della provincia. Secondo un sondaggio commissionato dal giornale londinese ''The Guardian'', il 56 per cento degli irlandesi e dei nordirlandesi ripone ancora speranze nel processo di pace per l'Ulster. Ma l'impressione degli osservatori a Londra e Dublino e' che Major e Bruton si siano appigliati disperatamente ad un'intesa nella speranza che il Sinn Fein possa indurre a miti consigli l'Ira: senza la tregua, i colloqui di pace partiranno senza Gerry Adams.

(Lun/Pe/Adnkronos)