USA: FORBES FERMA BUCHANAN IN ARIZONA, DOLE VINCE IN DAKOTA
USA: FORBES FERMA BUCHANAN IN ARIZONA, DOLE VINCE IN DAKOTA

Phoenix (Arizona), 28 feb. (Adnkronos)- Pat Buchanan e' stato fermato in Arizona dal supermiliardario Malcolm ''Steve'' Forbes, arrivato primo con il 34 per cento (dati relativi al 66 per cento dei voti contati). E' stato questo il vero evento delle primarie di ieri, che hanno visto anche la vittoria di Robert Dole nei due Dakota, del nord e del sud, la seconda e la terza di questa corsa alla nomination dopo l'affermazione del leader repubblicano del Senato ai caucus dello Iowa. Il voto di ieri ha anche lasciato indietro l'ex governatore del Tennesse Lamar Alexander, che per ora non riesce a sfondare.

In Arizona, dopo Forbes, si e' classificato secondo Dole con il 29 per cento, seguito da Buchanan con il 27 per cento e Alexander al sette per cento. Dole ha invece vinto nei due Dakota. A nord ha ottenuto il 42 per cento, seguito da Forbes con il 20 per cento, Buchanan al 18 per cento e Alexander al sei per cento. A sud il leader repubblicano del Senato ha ottenuto il 45 per cento, seguito da Buchanan al 29 per cento, Forbes al 13 per cento e Alexander al nove per cento.

Il grande sconfitto della giornata e' l'arciconservatore Pat Buchanan, fino a ieri in testa ai candidati repubblicani alla nomination con 27 delegati (ne servono pero' almeno 996). L'ex commentatore televisivo e autore dei discorsi di Richard Nixon e Ronald Reagan, aveva investito moltissimo sull'Arizona. ''Ovviamente siamo molto delusi'' -ha ammesso pubblicamente dopo aver appreso i risultati. La sua sconfitta ha fatto tirare un sospiro di sollievo all'establishment repubblicano, spaventato dalle sue posizioni estremiste. (segue)

(Civ/As/Adnkronos)