DINI: IN CAMPO CONTRO RISCHIO DELLE 'ESTREME'
DINI: IN CAMPO CONTRO RISCHIO DELLE 'ESTREME'

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - C'e' il rischio che il nuovo sistema maggioritario veda l'affermazione di posizioni ''che in tutto l'occidente sono considerate estreme''. E' una delle convinzioni politiche che hanno spinto Lamberto Dini a dare corpo al proprio progetto di un centro moderato e riformista che trovi collocazione nello schieramento politico. Un centro ''capace di associare alla chiarezza dei principi il pragmatismo dell'azione, capace di ricomporre gli interessi specifici in una chiara visione dell'interesse generale''.

E' stato lo stesso Dini ad illustrare percorso e contenuti programmatici del 'rinnovamento italiano' la formazione politica guidata dal presidente del Consiglio e 'battezzata' oggi a Palazzo Sforza. L'altra convinzione politica ''attiene -ha spiegato Dini- alla necessita' che venga completata la transizione istituzionale del Paese. Non e' possibile rimanere troppo a lungo nel guado: il disegno abbozzato con la modifica della legge elettorale nazionale e con la riforma delle autonomie locali deve ora essere completato in fretta, addivenendo a una nuova forma di stato e a una nuova forma di governo, che diano stabilita' al nuovo quadro istituzionale e politico, che diano modo di esprimersi alle grandi potenzialita' esistenti nella societa' italiana, che rendano efficienza a un apparato pubblico troppo a lungo impantanato nelle irresponsabilita' e nel burocratismo''. (segue)

(Fer/Gs/Adnkronos)