DINI: SEGNI? L'IMPEGNO SULLE RIFORME DOVREBBE BASTARE...
DINI: SEGNI? L'IMPEGNO SULLE RIFORME DOVREBBE BASTARE...

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - ''Non so se sia venuto qui o meno: ma dissensi veri e propri non ci sono: ci parliamo ogni mezzora...''. Il presidente del Consiglio Lamberto Dini, che pure in precedenza aveva chiamato sul palco Diego Masi a presentare con lui il simbolo insieme ad Enrico Boselli, fa ''spallucce'' alla assenza di Mario Segni alla manifestazione di presentazione del suo nuovo partito e si dice convinto che l'impegno per una riforma istituzionale in senso semipresidenziale alla francese da lui assunto, abbia fatto venir meno le ragioni della 'retromarcia' di Segni.

''Io credo -spiega Dini conversando con i cronisti a palazzo Sforza- che le mie dichiarazioni di oggi possono aver soddisfatto le legittime aspettative e le esigenze di azione politica che l'on. Segni sente molto fortemente e che sempre ha portato in avanti in questi anni. Le riforme istituzionali, come io ho dichiarato, sono al primo posto per il 'Rinnovamento d'Italia'''.

(Tor/Pe/Adnkronos)