ELEZIONI: BERLUSCONI HA SCELTO LA SUA ''QUADRA CULTURALE''
ELEZIONI: BERLUSCONI HA SCELTO LA SUA ''QUADRA CULTURALE''
OFFERTI SEGGI SICURI A UNDICI INTELLETTUALI

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - Silvio Berlusconi ha pronta la ''squadra di professori eccellenti'' da candidare il 21 aprile per ''rafforzare l'ispirazione liberale di Forza Italia''. Ne fanno parte i filosofi Lucio Colletti, Marcello Pera, Vittorio Mathieu, Dario Antiseri, Nicola Matteucci, gli storici Piero Melograni e Gaetano Quagliariello, i costituzionalisti Sergio Rebuffa e Giovanni Cubeddu, il saggista Saverio Vertone e l'economista Sergio Ricossa: per ognuno di loro e' pronto un seggio senatoriale sicuro nelle rispettive citta' in cui abitano o insegnano. Gli interessati hanno ricevuto ufficialmente l'offerta dal Cavaliere, accompagnato da Gianni Letta, ieri sera in un incontro a porte chiuse che si e' svolto nella sede del gruppo di Forza Italia alla Camera.

A quanto risulta all'Adnkronos l'ex presidente del Consiglio ha insistito particolarmente con il professor Colletti, sottolineando come l'accettazione da parte sua della candidatura sarebbe ''un importante segnale per far recuperare al movimento l'originaria ispirazione liberale che lo ha portato al successo il 27 marzo '94''. Il noto filosofo avrebbe ribadito le sue perplessita' a partecipare alla competizione elettorale, prendendosi ancora una settimana prima di dare una risposta definitiva, come del resto avrebbero chiesto Pera, Vertone e Melograni. Molti dei presenti all'incontro hanno insistito sulla tesi del ''tutti dentro tutti fuori'': perche', se la pattuglia intellettuale ''fosse omogenea essa sarebbe espressione della Convenzione per la riforma liberale. Se l'omogeneita' mancasse e i candidati si riducessero di numero -hanno sostenuto quasi all'unanimita' i professori- questo impatto liberale perderebbe efficacia''. Coloro che non si candideranno si sono comunque impegnati a firmare un manifesto di appoggio alle candidature ''liberali'' di Forza Italia rendendolo pubblico qualche giorno prima del voto del 21 aprile.

(Pam/Gs/Adnkronos)