USURA: DELLA VALLE, ARRABBIATO, ABBANDONA COMM. GIUSTIZIA
USURA: DELLA VALLE, ARRABBIATO, ABBANDONA COMM. GIUSTIZIA

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - Raffaele Della Valle e' arrabbiato. Il vice presidente della Camera abbandona l'aula della Commissione Giustizia di Montecitorio, dove si sta discutendo in sede deliberante la legge antiusura, urlando: ''Si tengono la legge nel cassetto 15 mesi e poi noi dobbiamo approvarla in cinque minuti. Io mi vergogno di stare in questo Parlamento, in questa Commissione. Io domani devo poter andare in Tribunale con la mia faccia''.

L'esponente di Forza Italia, che esprime una ''posizione personale'', sottolinea che il provvedimento antiusura, con l'istituzione del Fondo di solidarieta' per le vittime, in realta' ''non e' una legge, ma sono due leggi. E ritengo che non sia decoroso approvare una legge cosi' complessa e importante in queste condizioni, con 20 minuti per presentare gli emendamenti e 10 minuti a testa per gli interventi. Per una legge -torna a ribadire- rimasta vergognosamente in Senato dall'11 ottobre del '94 al 23 febbraio del '96. Se vogliamo fare una legge seria, bene. Altrimenti, e' fare demagogia, alla quale io dico 'no grazie'. Io non mi sento pressato da nessuno''.

Della Valle sottolinea la necessita' di varare ''una disciplina articolata e composta, che serva veramente a preseguire penalmente i responsabili dell'usura''. ''Non si possono approvare, invece, norme che sono una indisciplina... Allora e' meglio lasciarele cose come stanno''.

(Rgg/Pe/Adnkronos)