USURA: NERIO NESI, GIUSTA FISSAZIONE TASSO-SOGLIA
USURA: NERIO NESI, GIUSTA FISSAZIONE TASSO-SOGLIA
LA CAMERA CONFERMI IL TESTO DEL SENATO

Roma, 28 feb. (Adnkronos) - E' giusta la fissazione del tasso-soglia usurario prevista nel testo della legge antiusura approvato dal Senato e da oggi alla discussione della Camera. Nerio Nesi, ex presidente della Bnl, ora consigliere economico del segretario di Rifondazione Comunista Fausto Bertinotti e prossimo candidato al Parlamento per le elezioni del 21 aprile, non ha dubbi: ''L'ampiezza del fenomeno criminoso e' di tale portata che un segnale importante bosogna darlo: quello della legge antiusura e' un segnale importante. Mi auguro che la Camera confermi il dispositivo di legge approvato dal Senato''.

Nesi, pero', osserva che ''c'e' un tentativo di coinvolgere sul piano morale i funzionari di banca che con il loro comportamento costingerebbero chi ha bisogno di denaro a rivolgersi agli strozzini. Ma questo -aggiunge- e' molto semplicistico. Il funzionario di banca si comporta cosi' per una serie di ragioni conosciute da chi, come me, purtroppo, ha lunga esperienza bancaria. Intanto si comporta cosi' perche' e' stato culturalmente istruito a considerare il rischio sempre accompagnato da una garanzia: io ti do' 100 se tu mi dimostri di avere garanzie per 200. Molte volte, chi chiede prestiti di questo genere, non ha le garanzie''.

Poi, perche' ''il funzionario di banca, a parte le garanzie, e' sempre piu' tenero nei confronti di chi e' piu' grande rispetto a chi e' piu' piccolo. Inoltre, tende a rischiare il meno possibile: finche' dice di no, non rischia nulla''. Infine, Nesi fa una ''considerazione di carattere politico generale'': ''ormai -spiega- viene meno, anche con il cliente, quel tipo di rappotro benevolo e di consuetudine che aveva il funzionario della piccola banca locale. Adesso, la linea generale e' che la banca deve generare profitto''.

(Rgg/As/Adnkronos)