DONNE: SFRATTATA DAL 'GARAGE' ANNAMARIA LANZILLOTTA
DONNE: SFRATTATA DAL 'GARAGE' ANNAMARIA LANZILLOTTA
UNA MIMOSA AMARA PER LA 'DONNA DEL GARAGE'

Roma, 7 mar. (Adnkronos) - Annamaria Lanzilotta, ''la donna del garage'', ha ricevuto oggi lo sfratto esecutivo dal garage in cui vive da 5 anni. Tutti ormai la conoscono per le sue vicissitudini familiari giunte oggi a questo tragico epilogo dopo 5 lunghi anni di inutili battaglie legali con il marito.

Pasquale Sannarico, dirigente di banca, separandosi non le ha concesso l'uso della casa coniugale (intestata ad entrambi) ne' l'uso del garage (intestato ad entrambi) nel quale la donna, insegnante elementare, si e' rifugiata dopo la separazione in condizioni di estremo disagio.

''Una mimosa un po' amara quella che mio marito mi ha regalato per questo otto marzo -spiega desolata Annamaria Lanzilotta all'Adnkronos- Ho ricevuto proprio stamani la sentenza di sfratto esecutivo dal garage in cui abito. E' l'unico posto in cui posso stare non avendo nessun parente a Roma e dovendo continuare a lavorare. Il mio stipendio equivale ad un affitto e non posso prendere una casa, altrimenti non avrei da mangiare.

''Mi vogliono togliere anche questo -continua la 'donna del garage'- nonostante la casa ed il garage siano miei come suoi e nonostante mio marito che risiede altrove, in sede penale, sia gia' stato condannato. Non so piu' cosa devo fare. Domani, al posto del garage, avro' una casa fatta di cartoni. Mi mettero' davanti al Tribunale Civile e vedremo se mi sfratteranno anche da li'''.

Ecco, in linea generale, il testo della sentenza ricevuta un'ora fa da Annamaria Lanzilotta: Con questa sentenza il Tribunale Civile notifica, in via esecutiva, alla Signora Annamaria Lanzilotta, residente in Roma, Via Sestio Calvino 176 - garage - che il giorno 12 aprile 1996, alle ore 8, un ufficiale giudiziario competente dell'ufficio unico esecuzioni presso la Corte di Roma, provvedera' allo sfratto di essa intimata e di qualsiasi altro abusivo occupante il locale garage posto al piano scantinato di Via Sestio Calvino 176.

(Zad/Gs/Adnkronos)