STRAGE BOLOGNA: IL VATICANO RISPONDE A MAMBRO E FIORAVANTI
STRAGE BOLOGNA: IL VATICANO RISPONDE A MAMBRO E FIORAVANTI
IL PAPA LI RICORDA 'NELLA PREGHIERA' E AUGURA LORO 'OGNI BENE'

Roma, 7 mar. (Adnkronos) - Il papa ''assicura un ricordo nella preghiera'' ed ''augura ogni bene'' a Francesca Mambro e Valerio Fioravanti, i due ex terroristi dei Nar che si erano rivolti a lui in una supplica rivendicando la propria estraneita' alla strage di Bologna. La risposta vaticana alla lettera della Mambro e di Fioravanti e' stata motivo di grande soddisfazione per i due esponenti della lotta armata: ''ho parlato con Valerio -dice all'Adnkronos don Piersandro Spriano, cappellano del carcere di Rebibbia- ed e' ovviamente molto contento per il fatto che da parte del Vaticano siano state prese in considerazione le loro richieste''.

La supplica venne consegnata nelle mani di Giovanni Paolo II il due febbraio scorso. Nella lettera al papa i due ex terroristi, condannati all'ergastolo per la strage che il 2 agosto del 1980 provoco' 85 morti, sottolineavano di non essere ''responsabili di quell'atto atroce e disumano. Non abbiamo alcuna conoscenza diretta o indiretta. Ed e' questa colpa che la giustizia del nostro Paese ci ha sempre imputato, la nostra estraneita' agli avvenimenti di quel 2 agosto: se ci fosse stato un nostro coinvolgimento a qualsiasi livello oggi saremmo salvi e liberi''.

''Padre -continuava la lettera dei dei due- lei puo' dirci perche' dobbiamo rispondere di una colpa che non abbiamo, che ci annienta e ci spazza via come povere cose cancellandoci moralmente e civilmente dal genere umano''. La lettera di risposta del papa e' stata inviata da Mons. Paolo Sardi, della sezione Affari Generali della Segreteria di Stato vaticana, al cappellano di Rebibbia e da questi comunicata ai due ex terroristi. (segue)

(Mac/Gs/Adnkronos)