BOSNIA: DOPO QUATTRO ANNI, SARAJEVO RIUNIFICATA
BOSNIA: DOPO QUATTRO ANNI, SARAJEVO RIUNIFICATA

Sarajevo, 19 mar. (Adnkronos/Dpa) - Sarajevo e' tornata oggi ad essere una citta' 'unita', dopo quattro anni di guerra civile scoppiata proprio nelle strade della capitale. All'alba, la polizia croato-musulmana e' entrata nel sobborgo di Grbavica, ultimo quartiere sotto controllo serbo a passare in mano all'amministrazione della federazione. Nelle case di Grbavica rimangono ancora circa 1.500 abitanti. Gli altri, e con loro gli abitanti di altri sobborghi serbi di Sarajevo, in tutto circa 50mila, sono fuggiti prima dell'arrivo dei soldati federali, spinti alla fuga anche dalla propaganda di Pale, attivissima - secondo le denunce delle organizzazioni internazionali - in ogni quartiere nei giorni immediatamente precedenti il passaggio di poteri.

Questa mattina un centinaio circa di soldati della federazione hanno fatto il loro ingresso nel distretto di Grbavica, scortati dai soldati dell'Ifor. Nelle prime ore successive al passaggio dei poteri, solo la polizia, i rappresentanti delle organizzazioni internazionali ed i giornalisti sono potuti entrare nel quartiere. Ma poche ore piu' tardi, migliaia di abitanti della citta' e di profughi hanno raggiunto il sobborgo dal centro. Ancora la notte scorsa, prima di partire i serbi in fuga avevano appiccato il fuoco alle loro abitazioni, e la folla che si e' riversata a Grbavica si e' trovata di fronte ad una situazione di distruzione impressionante, che ha tolto ogni desiderio di festeggiare.

(Cin/Gs/Adnkronos)