CINA-TAIWAN: TERZO ROUND DI ESERCITAZIONI (NUOVO) (2)
CINA-TAIWAN: TERZO ROUND DI ESERCITAZIONI (NUOVO) (2)

(Adnkronos/Dpa)- Il terzo round e' iniziato con 24 ore di ritardo, a causa delle cattive condizioni meterologiche, vicino all'isola di Pingtan, nella parte settentrionale dello stretto di Taiwan. Le esercitazioni proseguiranno fino al 25 marzo, proprio per disturbare ed intimidire gli elettori che sabato prossimo si recheranno alle urne per scegliere, per la prima volta direttamente, il proprio presidente. Un membro del Consiglio per la sicurezza nazionale taiwanese ha riferito che in parallelo la Cina sta compiendo manovre aeronavali anche nell'area meridionale dello stretto. Il ministero della Difesa ha precisato che a causa del maltempo sono pochi gli aerei e le navi impiegate per il nuovo round di esercitazioni.

Le manovre aeronavali e i passati lanci dei missili M-9, hanno lo scopo di influenzare il voto e soprattutto di colpire il presidente taiwanese Lee Teng-hui, candidato favorito nelle elezioni di sabato, per le sue mire indipendendiste. Pechino, secondo gli esperti, sta quindi cercando di bloccare l'eventuale vittoria di Lee, lasciando da parte gli altri tre candidati, che per placare la capitale cinese hanno assunto un tono conciliatorio nei loro comizi ed uno dei quali ha assicurato che se verra' eletto avviera' immediatamente una serie di colloqui per la riunificazione di Taiwan e Cina.

(Giz/As/Adnkronos)