SALARI: COFFERATI, DECONTRIBUZIONE, UNA MOSSA ELETTORALE (2)
SALARI: COFFERATI, DECONTRIBUZIONE, UNA MOSSA ELETTORALE (2)
PER CISL E UIL ''PROVVEDIMENTO UTILE''

(Adnkronos) - L'avvio della decontribuzione di parte del salario aziendale, bocciata drasticamente da Cofferati, viene invece accolta favorevolemente da Cisl e Uil. Per Sergio D'Antoni, leader della confederazione di Via Po, ''il decreto e' il modo piu' coerente di dare risposta a certe esigenze. Non vedo il problema, visto che la decontribuzione era prevista dall'accordo di luglio, al quale e' stata data finalmente applicazione''. Anche per Franco Lotito, della Uil, ''si tratta di una misura utile''.

I rappresentanti delle tre confederazioni concordano invece nel giudizio sulle altre misure varate ieri dal consiglio dei Ministri. ''Il provvedimento, nel suo complesso, ci lascia soddisfatti'', spiega D'Antoni, che saluta con un ''finalmente'' l'annuncio del pagamento, tramite Bot, degli arretrati Inps. Quanto al contributo del 10 pc, il leader della Cisl osserva che ''gli slittamenti sono inevitabili, quel che conta e' che l'istituto del 10 pc sia confermato''. Anche Cofferati ritiene ''indispensabile che il contributo venga mentenuto, sopratutto per quanto riguarda i giovani. Completare il provvedimento sta adesso al nuovo governo''. Piu' diffidente Franco Lotito, che parla di ''azioni lobbistiche'' e avverte che sul contributo del 10 pc aleggia ancora ''una pressione forte e minacciosa, che puo' sfociare nella eliminazione definitiva del provvedimento. Il che sarebbe grave, visto che si tratta di garantire un futuro previdenziale alle nuove generazioni''.

(Sec/Zn/Adnkronos)