STET: CON IBM IN ARRIVO ANCHE UN PARTNER EUROPEO (2)
STET: CON IBM IN ARRIVO ANCHE UN PARTNER EUROPEO (2)

(Adnkronos) - Il nuovo futuro di Finsiel si inserisce nella sempre minore importanza che ha per lo sviluppo delle tlc nel loro complesso il mercato domestico. Su questo ''occorre riflettere -dice Pascale-. Il mercato italiano in se' non vive, non esiste piu'. Viviamo in un mercato europeo'' che si configura di fatto sempre piu' liberalizzato e sempre piu' simile a quello americano dove ormai l'integrazione tra tlc, tecnologia dell'informazione e broadcasting e' sempre piu' forte.

E questo preoccupa la Stet perche' l'Italia sembra muoversi controcorrente sia a livello legislativo, sia a livello di ottica di raffronti. E se ''come distributori non potremmo essere meno indifferenti'', sostiene Pascale, anche noi ''forse in qualche maniera, potremmo in futuro essere mortificati'' ed esclusi da nuovi mercati.

E sempre in questa ottica europea si muove la richiesta di istituire al piu' presto, magari per decreto, l'Authority per le telecomunicazioni, una Authority magari affiancata a tante altre Authority locali. In questa ottica si muove anche il no alla vendita a pezzi della Stet, quarto competitore a livello europeo. ''Ridurla -dice Pascale- vuol dire indebolirla. Proprio il contrario di cio' che bisognerebbe fare''.

(Lil/Zn/Adnkronos)