TURISMO: GLI AUTOMOBILISTI EMENDANO IL TRATTATO DI MAASTRICHT (2)
TURISMO: GLI AUTOMOBILISTI EMENDANO IL TRATTATO DI MAASTRICHT (2)

(Adnkronos) - E a sostegno della tesi sull'importanza dell'industria turistica l'Aci ha presentato l'''Atlante del turismo'', realizzato dal Censis, nel quale si fotografa lo sviluppo del turismo mondiale, europeo e in particolare quello italiano. In questi ultimi anni si e' assistito -dice il Censis- ad una progressiva crescita della domanda turistica internazionale. In particolare nel periodo 1990-1195 e' aumentato di circa il 20,3 p.c. il numero dei turisti internazionali, passati da 456 milioni (1990) ai 549 milioni (1995) e del 38, 7 la relativa spesa, passando da 261 mld di dollari del '90 a circa 362 mld di dollari del '95.

Le previsioni future tendono a confermare tali tendenze e stimano per il 2000 un numero di turisti internazionali pari a 661 milioni di unita' che attiverannoun volume di spesa di 495 mld di dollari -continua il Censis- Nel 2010 con tutta probabilita' assisteremo ad un ulteriore incremento dei turisti internazionali che raggiungeranno circa 937 mln di unita' per una spesa pari a 887 mld di dollari.

L'importanza complessiva del turismo nello sviluppo economico mondiale nel prossimo decennio (1995-2005) puo' essere misurata attraverso alcuni indicatori macroeconomici -continua il Censis- il numero degli addetti a livello mondiale che passera' dai 212 mln ('95) ai 338 mln del 2005 con una incidenza, sul totale degli occupati, che sempre a livello mondiale, passera' dal 10,7 p.c. ('95) all'11,8 p.c. (2005). Il contributo del turismo al Pil mondiale passera' dai 2.892 mld di dollari ('95) ai 6.334 del 2005 pari ad una incidenza dell'11,4 p.c.. Attualmente i Paesi che fanno registrare il maggior numero di turisti internazionali sono: Francia (60,6 mln) Stati Uniti (46,6 mln) Spagna (43,2 mln) Italia (27,3 mln). In termini di spesa la classifica si presenta' cosi': Stati Uniti (57,1 mld di dollari) Francia (25 mld) Italia (23,9 mld) e Spagna (21,4 mld). (segue)

(Rem/Pe/Adnkronos)