ALGERIA: UCCISI 110 PRESUNTI ESTREMISTI ISLAMICI
ALGERIA: UCCISI 110 PRESUNTI ESTREMISTI ISLAMICI

Algeri-Parigi, 27 mar. (Adnkronos/Dpa)- Centodieci presunti estremisti islamici sarebbero stati uccisi da domenica scorsa dalle forze di sicurezza in Algeria. Secondo il quotidiano ''El Watan'' solo nella regione di Tlemcen, 580 chilometri a ovest di Algeri, le forze di sicurezza algerine avrebbero ucciso cento membri del Gruppo islamico armato (Gia). A quanto ha riferito il quotidiano la polizia e le unita' anti-terroriste dell'esercito algerino hanno attaccato domenica una base del Gia, situata in una fattoria abbandonata a Oued Chouly uccidendo appunto cento estremisti. Le vittime sarebbero stati membri, ha riferito il quotidiano, della ''Zona IV'' (Algeria dell'Ovest) un sottogruppo del Gia di 600 persone guidato da Kada Benchiha, ritenuto responsabile dell'attentato dell'8 marzo scorso contro un treno vicino a Oued Chouly, nel quale morirono dieci persone e altre 16 rimasero ferite.

Dall'altra parte il quotidiano ''Le Matin'' ha riferito che una pattuglia civile della polizia algerina ha ucciso nella Casbah, la parte piu' antica della capitale algerina, cinque ''individui pericolosi''. La pattuglia, ha aggiunto il quotidiano, ha trovato i cinque in un mercato e non ha dato loro il tempo di fuggire. Anche ieri la polizia ha ucciso tre presunti estremisti nel quartiere Belcourt di Algeri ed altri due uomini armati, ha concluso Le Matin, sono stati uccisi vicino la sede del governo algerino.

(Giz/As/Adnkronos)