CINA-TAIWAN: BUTROS-GHALI SU QUESTIONE TAIWANESE
CINA-TAIWAN: BUTROS-GHALI SU QUESTIONE TAIWANESE

Pechino, 27 mar. (Adnkrtonos/Dpa)- Il segretario generale delle Nazioni Unite, Butros Butros-Ghali, ha ribadito in maniera forte che la questione taiwanese e' un affare interno della Cina. In una conferenza stampa svoltasi a Pechino, Butros-Ghali, definito dalle autorita' cinese un ''vecchio amico'' ha ricordato la risoluzione dell'Onu del 1971 con la quale Pechino viene riconosciuto come unico governo rappresentante della Cina e Taiwan considerato territorio cinese. In visita per cinque giorni a Pechino, Butros-Ghali ha incontrato il presidente cinese Jiang Zemin e il primo ministro Li Peng.

Il segretario generale dell'Onu si e' detto convinto che sia impossibile per Taiwan riconquistare il suo seggio nell'Onu, a meno che il governo di Pechino non decidesse di cambiare idea. La Cina, pero', e' uno dei cinque Paesi membri permanenti del Consilgio di sicurezza e ha quindi il potere di porre il veto sull'eventuale porposta di un rientro di Taiwan all'Onu.

Il segretario generale dell'Onu si e' rifiutato di commentare la presenza militare americana nello stretto di Taiwan, teatro di esercitazioni delle forze armate cinesi con lo scopo di influenzare le prime elezioni presidenziali dirette svoltesi domenica scorsa sull'isola. Butros-Ghali ha affermato che durante i colloqui i leader cinesi gli hanno assicurato che faranno il possibile affinche' la questione taiwanese venga risolta in maniera pacifica. La Cina che considera Taiwan un provincia ribelle ha senmpre dichiarato di essere pronta ad usare la forza se Taipei dichiarasse l'indipedenza.

(Giz/As/Adnkronos)