INGLESE: LINGUA UFFICIALE IN ARIZONA, DECIDERA' LA CORTE SUPREMA
INGLESE: LINGUA UFFICIALE IN ARIZONA, DECIDERA' LA CORTE SUPREMA

Washington, 27 mar. -(Adnkronos)- Il dibattito sulla legge dell'Arizona che impone l'uso dell'inglese come lingua ufficiale dei dipendenti pubblici durante le ore lavorative, arrivera' in autunno davanti alla Corte Suprema degli Stati Uniti. In ultimo grado d'appello, i giudici dovranno infatti stabilire se la normativa dello Stato americano -emanata nel 1988, ma mai applicata a causa di forti contrasti interni- violi o meno il testo del Primo emendamento della Costituzione americana. Quest'ultimo attribuisce ai dipendenti pubblici il diritto di esprimersi anche in altre lingue, oltre l'inglese, nello svolgimento delle proprie attivita' lavorative.

Le leggi ''simboliche'', che sono state emanate in altri 22 Stati americani sull'uso ufficiale della lingua inglese, sono in realta' assai piu' morbide dell'emendamento costituzionale approvato dal Parlamento dell'Arizona, che prevede addirittura sanzioni penali nei confronti di chi viola la legge. La normativa dell'Arizona impone l'inglese come lingua ufficiale in tutte le formule governative, nelle operazioni elettorali e perfino nelle scuole -idiomi diversi dall'inglese possono pero' essere usati nell'insegnamento delle lingue, nelle emergenze sanitarie ed in particolari casi giuridici (ad esempio durante certi processi). Sono contrastanti le reazioni che la normativa ha suscitato negli ambienti politici: ad esempio, mentre il candidato repubblicano Bob Dole accoglie con favore il testo legislativo, il presidente Bill Clinton vi si oppone.

(Red/Zn/Adnkronos)