RABIN: YIGAL AMIR UFFICIALMENTE INCRIMINATO PER OMICIDIO
RABIN: YIGAL AMIR UFFICIALMENTE INCRIMINATO PER OMICIDIO

Tel Aviv, 27 mar. (Adnkronos/Dpa)- Yigal Amir, il 25enne che il 4 novembre scoso ha assassinato il premier israeliano Yitzhak Rabin, e' stato dichiarato colpevole dalla corte di Tel Aviv di omicicio premeditato. Amir, scortato da due poliziotti, non ha mostrato alcuna emozione, ne' grande interesse quando il giudice Edmond Levy ha letto per 45 minuti la sentenza. Levy ha dichiarato che l'omicidio di Rabin era stato attentamente preparato e preceduto da numerosi tentativi falliti. Durante la lettura della sentenza, Amir ha sorriso diverse volte guardando i suoi parenti presenti in aula nonche' i numerosi giornalisti arrivati da tutto il mondo.

Autorizzato a parlare, Amir, ha dichiarato che ''tutto cio' che ha fatto lo ha fatto per Dio, il popolo ebraico e per lo stato di Israele''. L'assassino ha poi affermato di essere ''orgoglioso di vivere in un Paese nel quale anche un imputato come lui riceve un difesa''. Amir ha detto di aver ucciso Rabin per bloccare il processo di pace in Medio Oriente, in particolare quello con i palestinesi. Il giudice Levy ha quindi respinto la richiesta della difesa di una riduzione di pena basata sul fatto che Amir voleva solo ferire Rabin e non ucciderlo. L'accusa ha chiesto l'ergastolo, condanna prevista dalle codice israeliano per il reato di omicidio, piu' sei anni per il ferimento di un poliziotto.

(Giz/As/Adnkronos)