SINDROME DEL GOLFO: DANNI AL SISTEMA NERVOSO PER I REDUCI
SINDROME DEL GOLFO: DANNI AL SISTEMA NERVOSO PER I REDUCI

Londra, 27 mar. (Adnkronos/Dpa)- Un nuovo studio britannico sulla cosiddetta ''sindrome del golfo'' proverebbe che i reduci della Guerra del Golfo soffrono effettivamente di disfunzioni al sistema nervoso. Nello studio pubblicato oggi sul ''Journal of neurology, neurosurgery and psychiatry'', il dottor Goran Jamal, che ha guidato le ricerche, scrive di aver trovato le prove di una disfunzione nel sistema nervoso di 14 reduci britannici, dodici uomini e due donne, di eta' non superiore ai 34 anni, sottoposti ad una serie di esami, per misurare la funzionalita' dei nervi negli arti, la trasmissione degli impulsi dai nervi ai muscoli ed il passaggio dei segnali al sistema nervoso attraverso il cervello e la colonna vertebrale.

Parallelamente ai test sui quattordici veterani, Jamal -un curdo iracheno che guida l'Istituto di scienze neurologiche al Southern general hospital di Glasgow, in Scozia- ha condotto gli stessi esami su 13 civili perfettamente in salute, nei quali non e' stato rilevato alcunche' di anormale. Causa delle disfunzioni al sistema nervoso sarebbero state le sostanze chimiche contenute nelle pillole o nei vaccini contro i gas nervini. Sin dal loro ritorno in patria al termine della Guerra del Golfo, centinaia di soldati denunciarono una lunga serie di malesseri, tra cui stanchezza, mal di testa, perdita di memoria, dolori di stomaco e dolori agli arti.

(Nap/Pe/Adnkronos)