USA '96: DOLE VINCE IN CALIFORNIA E BUCHANAN GETTA LA SPUGNA
USA '96: DOLE VINCE IN CALIFORNIA E BUCHANAN GETTA LA SPUGNA

Los Angeles, 27 mar. (Adnkronos/Dpa)- Bob Dole, capogruppo repubblicano al Senato, ha facilmente raccolto martedi' in California la stragrande maggioranza dei delegati che gli permetteranno di ottenere la nomination per le elezioni presidenziali americane. Ieri si sono infatti tenute le primarie in California, Washington e Nevada, per l'elezione di, rispettivamente, 165, 18 e 14 delegati che elegeranno in agosto alla convention del Grand Old Party di San Diego lo sfidante ufficiale del presidente Bill Clinton. Con la vittoria californiana, Dole e' aritmeticamente certo di superare i 996 delegati necessari. ''Sono molto fiducioso -ha dichiarato ieri sera il senatore 72enne-. Sto per annunciarvi che sono il candidato repubblicano. La battaglia per la nomination e' finita, mentre stanotte inizia quella per il futuro dell'America''. Ora, ha confidato all'emittente Cnn l'anziano candidato, egli puo' concentrarsi sulla campagna autunnale, innanzitutto scegliendo un valido partner alla vicepresidenza e pianificando la strategia.

Anche l'ultimo dei candidati minori del Partito repubblicano, il commentatore televisivo ed alfiere dell'ultradestra Pat Buchanan, ha deciso di gettare la spugna. Nel discorso pronunciato la scorsa notte, Dole ha lanciato un messaggio di pace a Buchanan e lo ha invitato ad unirsi con la maggioranza del partito. Secondo il senatore, Buchanan ha portato nel Grand Old Party ''passione, energia ed idee'', rafforzandolo in vista della battaglia contro i democratici. In tarda notte Buchanan ha fatto i complimenti al vincitore, dichiarando che la battaglia era finita. (segue)

(Red/Pe/Adnkronos)