USA: REPLICA ALLE ACCUSE DI CUBA SU VIOLAZIONE SPAZIO AEREO
USA: REPLICA ALLE ACCUSE DI CUBA SU VIOLAZIONE SPAZIO AEREO

Washington, 27 mar. (Adnkronos/Dpa)- Washington ha replicato oggi in forma non ufficiale alle accuse rivolte da Cuba, secondo cui lo scorso fine settimana due aerei americani avrebbero violato lo spazio aereo dell'isola, ed ha dichiarato di non aver ricevuto notizia alcuna sull'incidente. Secondo quanto riferito dal portavoce del ministero degli Esteri cubano, il ministro degli Esteri Roberto Robaina ha informato i corpi diplomatici dei due Paesi che sabato e domenica due piccoli apparecchi provenienti dagli Stati Uniti avevano violato lo spazio aereo dell'isola, sorvolando a nord dell'Avana. Non avendo le autorita' cubane fornito ulteriori particolari sull'accaduto, Washington aveva chiesto di saperne di piu', ma senza esito. Cuba ha disatteso le nostre richieste -ha dichiarato un funzionario della Casa Bianca che e' voluto restare nell'anonimato- e non ci ha fornito alcuna prova ad avvalorare la lamentata violazione dello spazio aereo. Dal canto loro gli esuli anticastristi dei ''Fratelli del salvataggio'' negano di aver violato con i loro aerei o le loro navi il territorio su cui Cuba esercita la sovranita'.

A febbraio, l'aviazione cubana aveva abbattuto due aerei provenienti dalla Florida del gruppo di esili cubani dei ''Fratelli del salvataggio''. Da allora, sono cresciute a tal punto le tensioni tra i due Paesi che Washington ha inviato delle navi nello stretto della Florida per proteggere una flottiglia di esuli cubani, i quali avevano organizzato una cerimonia in commemorazione dei morti dei ''Fratelli del salvataggio''. Motivando l'abbattimento degli apparecchi, l'Avana aveva accusato gli esuli anticastristi di aver violato lo spazio aereo dell'isola. (segue)

(Red/As/Adnkronos)