VERTICE UE: AGNELLI, LE PRIORITA' ITALIANE (3)
VERTICE UE: AGNELLI, LE PRIORITA' ITALIANE (3)

(Adnkronos) - Quanto alla politica estera di sicurezza comune, secondo la titolare della Farnesina, ''la conferenza dovra' condurre una riflessione a tutto campo che includa l'ipotesi di conferire maggiore visibilita' all'azione esterna dell'Unione, attraverso la creazione di nuove funzioni di analisi, pianificazione ed attuazione, eventualmente riconducibili ad un Segretario Generale per la Pesc, che operi sotto il controllo politico del Consiglio Europeo ed in pieno coordinamento con la Commissione e la Presidenza di turno''.

Il ministro ha quindi concluso il suo intervento alla commissione Esteri del Senato, ricordando il successo raggiunto lunedi' scorso durante il Consiglio degli Affari Generali di Bruxelles, ''dove e' stato infine possibile risolvere soddisfacentemente la questione di come consentire al Parlamento Europeo di far direttamente conoscere il proprio punto di vista su tutti i temi dibattuti, sia alle riunioni dei Capi di Stato e di Governo, che dei ministri degli Esteri e dei loro rappresentanti''.

''La posizione che abbiamo fatto accettare da tutti i partner -ha detto la Agnelli- e' stata oggetto di una positiva valutazione dello stesso Parlamento Europeo, che ne ha colto l'importanza come passo significativo verso una maggiore trasparenza nei rapporti interistituzionali, considerandola un notevole progresso rispetto a quanto lo stesso Parlamento Europeo aveva ottenuto per i negoziati del Trattato di Maastricht. Il Parlamento Europeo ha quindi espresso la propria gratitudine alla presidenza italiana, nonche' la propria fondata aspettativa di poter continuare a contare sulla nostra collaborazione durante la prima fase dei lavori della Conferenza intergovernativa''.

(Nap/Gs/Adnkronos)