I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Via libera all'eliminazione, per i non residenti, della ritenuta del 12,5 per cento sugli interessi dei titoli di stato, le obbligazioni e titoli similari emessi da banche e societa'. Il Consiglio dei ministri, infatti, ha approvato definitivamente il decreto legislativo di attuazione della finanziaria relativo al riordino del trattamento fiscale di titoli e obbligazioni. La nuova normativa che entrera' in vigore a partire dal primo gennaio 97, e' stata estesa anche ai Boc, i buoni ordinari dei comuni.

Milano. Piazza Affari apre la settimana con il segno negativo a dispetto della chiusura in deciso rialzo di venerdi' scorso. L'indice telematico, dopo un breve debutto positivo dello 0,42 pc, ha rapidamente innescato la retromarcia. Poco dopo le 13 il Mibtel si trova a quota 9.253 (-0,62 pc) ed il Mib 30 a 13.553 (-0,55 pc). Un andamento, quello del mercato azionario, che contrasta con quello dei Btp, in leggero rialzo. L'incertezza della fase pre elettorale -affermano gli operatori- non favorisce l'attivita' che resta estremamente esigua anche a livello di scambi.

Roma. Un monsignore palermitano ha iniziato lo sciopero della fame per sollecitare gli elettori siciliani a non vendere il proprio voto secondo logiche clientelari ma a scegliere il partito secondo coscienza. Autore del clamoroso gesto che si protrarra' fino al 21 aprile, e' don Giacomo Ribaudo, parroco della Magione e notista di punta del settimanale cattolico Novica. ''Ho deciso -ha scritto il sacerdote in un articolo che sara' pubblicato sul prossimo numero- di iniziare un digiuno volontario che terminera' con la proclamazione ufficiale dei dati elettorali''. Ma l'iniziativa di Ribaudo non finisce qui: per protestare contro una politica priva di valori etici verranno sepolti davanti alla sua chiesa alcuni libri di Guicciardini e Machiavelli, ''ideatori'' di un modo di fare politica troppo spregiudicato. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)