DIARIO ELETTORALE
DIARIO ELETTORALE

Roma, 1 apr. (Adnkronos) - Ecco le spigolature e le curiosita' dell'odierno ''Diario elettorale''.

**** IDENTIKIT ASPIRANTE PARLAMENTARE, IN CORSA I QUARANTENNI **** MESTIERI PIU' GETTONATI: PROFESSIONISTI, DOCENTI, IMPRENDITORI

Gli aspiranti parlamentari sono soprattutto uomini tra i 40 e i 50 anni, un'eta' media poco piu' alta rispetto alla competizione elettorale del 1994: al Senato rappresentano il 44,9%, e alla Camera il 37,8% nel maggioritario e il 34,8% nel proporzionale. Sguarnite, in assoluto, le fila delle donne, le quali, su un esercito di 3.682 pretendenti a un posto in Parlamento, schierano soltanto 439 candidate. Poche le donne, ma pochi, in generale, i concorrenti: rispetto a due anni fa ci sono 670 partecipanti in meno. Sono questi alcuni risultati di una ricerca del ''Sole 24 Ore'' elaborata sui dati del ministero dell'Interno. Professionisti, avvocati e imprenditori: sono queste alcune delle figure piu' ''gettonate'' dai partiti nella corsa a Montecitorio e a Palazzo Madama. Le percentuali piu' alte di professionisti si registrano all'interno della Lega, nel Cdu-Ccd e in Forza Italia, dove militano il maggior numero di imprenditori, medici ed avvocati. Piu' contenuta la percentuale dei magistrati, presenti soprattutto in Rifondazione comunista (Camera) e Ulivo (Senato). Quest'ultimo registra il maggior numero di docenti universitari, mentre Rifondazione detiene il primato degli insegnanti (per Montecitorio a pari merito con il Ccd-Cdu). Contenuta anche la presenza dei giornalisti, che sfiora l'8% al Senato con Forza Italia e il 6,5% alla Camera con l'Ulivo. Nel confronto tra i due poli sulle quote di laureati aspiranti parlamentari, la bilancia pende per il centro-destra. Per quanto riguarda i candidati alla Camera, le percentuali maggiori si registrano nel Ccd-Cdu (81,8%), seguito a ruota da Forza Italia (76,6%). Classifica invertita, ma per pochi punti, al Senato. Valori inferiori si registrano, sia per Montecitorio che per palazzo Madama, nella Lega Nord (24,8% e 29,1%).

**** TAX DAY E LABOUR DAY FANNO SORRIDERE IL LINGUISTA OLI ****

''A forza di Tax Day, Labour Day, South Day e Women Day mi sembra che la campagna elettorale rischi di assumere anche i toni della pagliacciata''. E' l'opinione del linguista fiorentino Giancarlo Oli, autore del celebre vocabolario Devoto-Oli, che ha detto di trovare ''ridicola'' la moda invalsa di chiamare con nome inglese giornate di protesta dedicate a particolari categorie. ''Ma cosi' facendo la politica respira a pieni polmoni l'effimero, piu' di quanto non abbia fatto in questi ultimi tempi. Questo andazzo recentissimo denota -ha detto Oli- una certa mancanza di serieta', frutto di un provincialismo esterofilo da slogan pubblicitario''.

**** VOTA ANTONIO LA TRIPPA, PESCE D'APRILE A TORINO ****

Pesce d'aprile elettorale a Torino. Con 24 ore di anticipo sul giorno delle burle, qualcuno ha pensato di sponsorizzare per le vie del capoluogo piemontese il candidato-fantasma Antonio La Trippa. Sui manifesti campeggia la faccia di Toto', ma il grande Antonio de Curtis non deve aver gradito troppo l'iniziativa. Il principe della risata, infatti, compare sui cartelloni a dir poco accigliato e per nulla propenso a prestare la propria immagine all'aspirante onorevole La Trippa.

**** ECCO I PARTITI CHE DIFENDONO L'USO SPORTIVO DELLE ARMI ****

Ccd, Federalisti liberali, Movimento sociale, Lega e Pds: ecco i partiti favorevoli alla difesa della caccia e dell'uso sportivo delle armi. E' quanto emerge da un'inchiesta del mensile specializzato ''Armi e Tiro''. Le forze politiche si sono espresse tutte per la semplificazione dell'attuale quadro normativo, la liberalizzazione per le armi antiche da collezione e l'immediato recepimento della direttiva europea che consente tra l'altro la libera vendita delle armi ad aria compressa.

(Pam/As/Adnkronos)