DINI: SE STESSI COL POLO LA DESTRA NON MI ATTACCHEREBBE
DINI: SE STESSI COL POLO LA DESTRA NON MI ATTACCHEREBBE

Roma, 1 apr. -(Adnkronos)- ''Sono stato preso di mira perche' ho fatto una scelta. Se mi fossi schierato con il centro-destra come mi era stasto chiesto, sarei stato adorato dal centro-destra e meno criticato dal centro-sinistra che in questo e' molto diverso dal centro-destra''. Lo ha detto il presidente del Consiglio Lamberto Dini, nel corso dell'intervista rilasciata a Lucia Annunziata nel corso della trasmissione ''Linea tre'' in onda stasera. Dini ha difeso le scelte compiute dal suo governo, aggiungendo che ''nel periodo elettorale non si puo' certo chiedere una vacanza governativa di tre mesi''. Il presidente del Consiglio ha rilanciato la proposta di una ''grande alleanza per il lavoro'' ed ha confermato che in questa fase l'esecutivo ''non assumera' alcuna iniziativa di carattere fiscale''. ,

Dini ha replica alle accuse che gli vengono mosse dal Polo. ''Loro -ha detto- mi attaccano perche' rinnovamento italiano e' l'unico fatto nuovo di queste elezioni. Il mio e' un governo che si e' dimostrato serio e che questo da molto fastidio. Temo l'avvento delle posizioni estreme e non c'e' dubbio che nel centro-destra tali posizioni abbiano preso il sopravvento''. (segue)

(Pol/Pn/Adnkronos)