ELEZIONI: PRETE SICILIANO INIZIA SCIOPERO FAME PER PROTESTA
ELEZIONI: PRETE SICILIANO INIZIA SCIOPERO FAME PER PROTESTA
BASTA PROSTITUZIONE POLITICA, VOTATE SECONDO COSCIENZA

Roma, 1 apr -(Adnkronos) - Un monsignore palermitano ha iniziato lo sciopero della fame per sollecitare gli elettori siciliani a non vendere il proprio voto secondo logiche clientelari ma a scegliere il partito secondo coscienza. Autore del clamoroso gesto che si protrarra' fino al 21 aprile, e' don Giacomo Ribaudo, parroco della Magione e notista di punta del settimanale cattolico Novica. ''Ho deciso -ha scritto il sacerdote in un articolo che sara' pubblicato sul prossimo numero- di iniziare un digiuno volontario che terminera' con la proclamazione ufficiale dei dati elettorali''. Ma l'iniziativa di Ribaudo non finisce qui: per protestare contro una politica priva di valori etici verranno sepolti davanti alla sua chiesa alcuni libri di Guicciardini e Machiavelli, ''ideatori'' di un modo di fare politica troppo spregiudicato.

''Voglio, infatti, nutrire la speranza (che ogni vero uomo e vero cristiano non deve abbandonare) -prosegue monsignor Ribaudo- che tale gesto susciti ampi consensi di approvazione e di solidarieta' e che ricrei un clima in cui l'uomo e i suoi valori, l'etica e le sue leggi, prendano il sopravvento sulle logiche spartitorie e sulla volonta' di assumere il proprio interesse e quello del proprio cartello (non oso dire partito) come unico criterio per scegliere e sulla tentazione sempre presente, anche se sempre piu' difficile, di manipolare a proprio vantaggio i risultati elettorali''. (segue)

(Gia/Zn/Adnkronos)