IMMIGRATI: MATTIOLI E REALE REPLICANO A GASPARRI
IMMIGRATI: MATTIOLI E REALE REPLICANO A GASPARRI

Roma, 1 apr. (Adnkronos) - ''Solo una destra incolta puo' appellarsi agli accordi di Schengen per introdurre una legislazione forcaiola in fatto di immigrazione, quando gli stessi accordi nacquero innanzitutto per risolvere il problema dei rifugiati politici''. E' quanto affermano i deputati dei Verdi Gianni Mattioli e Italo Reale, in replica alle dichiarazioni di Maurizio Gasparri.

''Di fronte alla miseria -aggiungono Mattioli e Reale- nessuna norma e' un deterrente sufficente e l'introduzione del reato di ingresso clandestino invocata da Gasparri, oltre ad essere una misura odiosa, rischia di provocare solo un sovraffollamento delle carceri. Il decreto Dini e' stato un primo tentativo di realizzare una legislazione che dia ai cittadini il senso della presenza dello Stato''.

''Anche noi -proseguono i due parlamentari Verdi- critichiamo il decreto, ma per motivi opposti a quelli invocati da Gasparri. In Italia gli extra comunitari sono circa un milione (contro 5 milioni di italiani all'estero) ed essi rappresentano l'1,4 per cento della popolazione residente in Italia. In Francia sono il 6 per cento, in Svizzera il 18 per cento e in Germania il 30 per cento. Di fronte a questo grande problema non si puo' rispondere con atteggiamenti di demagogia elettorale. La proroga dei termini richiesta dalla Caritas e dalle altre associazioni di volontariato e' oggi un intervento giusto proprio per battere la clandestinita' e con essa lo sfruttamento e la microcriminalita''.

(Pol/Gs/Adnkronos)