PRODI: DALL'IRI ALL'ULIVO PROGETTO PER L'ITALIA (2)
PRODI: DALL'IRI ALL'ULIVO PROGETTO PER L'ITALIA (2)

(Adnkronos) - Ancora la lunga nota acclusa ad una lettera indirizzata al direttore finanziario dell'Iri, Pietro Rastelli in cui Enrico Cuccia ricorda la nascita di Mediobanca ''e si prepara a mettere per iscritto e con tutti i dettagli il progetto per la 'internazionalizzazione' e la 'privatizzazione' del suo istituto''. Per Romano Prodi si apre cosi' il 'caso Mediobanca', un capitolo ''destinato ad impegnarlo per quattro anni e ad essere, accanto alla grande questione dell'acciaio quello piu' di ogni altro capace di offrire una lettura complessiva della sua presidenza''.

Fino all'invenzione del simbolo dell'Ulivo nato nel pomeriggio di una domenica di fine febbraio, nella sua casa di Bologna dove Prodi con Gianni Pecci, direttore di Nomisma e Arturo Parisi, politologo gia' direttore della rivista ''Il Mulino'', consigliere tra i piu' stretti di Mario Segni in tutta la stagione referendaria, discutono di un articolo apparso sul 'Corriere della Sera' di Ernesto Galli della Loggia. ''Nell'analizzare lo stato di salute del centro sinistra, Galli della Loggia ha puntato il dito sulla sproporzione tra la forza del Pds e quella degli alleati minori e l'ha efficacemente tradotta nell'immagine di una serie di piccoli cespugli all'ombra della Quercia. Pochi giorni dopo, Prodi dichiara di avere 'piantato l'Ulivo perche' la coalizione democratica ha bisogno di altri alberi, forti e robusti''.

(Red/Lr-Gs/Adnkronos)